Box336am ha raccolto 28mila euro per i terremotati: GRAZIE VERONA!

Raccolti 28mila euro per Amatrice grazie all’evento Box336am.

Alla due giorni, che si è svolta nello scorso fine settimana in piazza San Zeno, hanno partecipato oltre 30 associazioni culturali e sportive con un grande successo di pubblico e adesioni alla proposta di sostegno per le popolazioni terremotate del Centro Italia.

L’idea alla base del progetto Box336am consiste nella creazione di «scatole» di legno modulari al cui interno le associazioni dei luoghi colpiti dal sisma potranno ospitare eventi culturali e ricreativi seguendo le loro esigenze: infatti, a disposizione ci sarà un kit di montaggio con proiettore, casse, mixer, schermo, stampante, libri, utensili per l’artigianato e molto altro.

L’iniziativa è sostenuta e facilitata a livello nazionale dal Comitato Giovani della commissione per l’Unesco e al progetto, nato a Verona, possono aderire le realtà associative di tutta Italia.

«Il progetto Box336am parte forte», dicono gli organizzatori. «É stato lanciato un bando internazionale di idee per la creazione del box e poi si passerà a creare fisicamente queste “scatole” per portarle nelle zone terremotate».

Il progettosi svilupperà ancora con progetti e iniziative per continuare nella raccolta fondi con l’intento di «portare alla luce» i veri e fisici box, «rigeneratori di cultura nella aree terremotate del Centro Italia».

La raccolta fondi è arrivata dalla vendita di cibo e bevande, oltre all’offerta spontanea del pubblico. «Le associazioni», riprendono gli organizzatori, «ringraziano i veronesi per la generosità nel partecipare all’iniziativa. Con loro anche il Comune nelle figure degli assessori al Tempo Libero, Alberto Bozza, e ai Servizi sociali, Anna Leso. Ancora, l’Unesco Giovani e l’Ordine degli Architetti oltre agli sponsor Agsm, Amia Leaderform, Doc Servizi e Musicalbox».

«L’unione, come recita lo slogan del progetto Box336am, è stata davvero la più grande forza naturale», concludono.

M.CERP.

Fonte: L’Arena 29 marzo 2017 CRONACA, pagina 23

Leave a Reply